Il bello che dalla scuola non ti aspetti

Sarà stata la sedentarietà di questi mesi lunghissimi trascorsi in casa, sarà stato il quinto anno che, diciamocela tutta, un po’ più grande ti fa sentire, sarà stata anche quella voglia di fare che, fortunatamente, al contrario dei luoghi comuni, molti ragazzi anche nel XXI secolo hanno, non so cosa sia stato ma quest’anno avevo voglia di intraprendere un nuovo percorso all’interno della mia scuola.

Tante volte ho pensato come potesse essere trovarsi dalla parte di chi vuole lanciare delle idee per migliorare l’istituto, per far rinascere contatti umanitra i ragazzi, per dare la possibilità di vivere la scuola non solamente come un luogo in cui apprendere le discipline ma un ambiente che lasci segni indelebili sul nostro cuore.

Ho sempre amato vivere la scuola in modo attivo, il giornale su cui sto scrivendo ne è già la testimonianza ed è proprio da questa esperienza che nasce tutto. Nel giornale ho avuto modo di dire la mia su argomenti di attualità, di film, serie tv e anche sulla nostra scuola ed è proprio parlando con i ragazzi della redazione che ho capito ci fosse qualcosa da migliorare per un istituto come il nostro che offre ampi spazi in cui organizzare numerosi eventi.

Così ad inizio anno parlando con una mia compagna di classe abbiamo iniziato a buttare giù qualche idea che potevamo proporre all’intero istituto: pulire i nostri spazi ma anche la nostra città per sfruttarla al meglio, realizzare una tampon box ovvero una scatola in cui inserire assorbenti con l’obiettivo di “Prendine uno se ne hai bisogno! Lasciane uno se puoi”; collaborazioni con altri istituti perché non vogliamo guardare le serie americane e sognare ma dire che i “PROM” li stiamo facendo anche noi!

Abbiamo creato una pagina Instagram e un ragazzo ci contatta per unirsi a noi in questa esperienza per tutti nuova, troviamo la quarta persona della nostra lista, un ragazzo che conoscevamo solo di vista ma ci ispirava fiducia e da qui nasce “JUST DO LIST“, quattro candidati, tanti buoni motivi e voglia di fare il tutto racchiuso in un solo motto: “Votaci per cambiare, c’è una scuola da migliorare“. Consegniamo la nostra lista in segreteria a cui viene attribuito il numero 1, ciò significava che nell’istituto ancora nessuno si era candidato.

Da qui comincia la nostra campagna elettorale, volantini nelle bacheche dei corridoi, chiacchiere con i ragazzi fuori scuola per parlare della nostra lista e qualche minuto di lezione rubato ai professori per far sapere nelle classi chi erano i candidati rappresentanti di istituto della componente alunni. Tutto filava per il verso giusto fino a quando non spuntano altri cinque nomi nell’elenco finale dei candidati tra cui due eletti già lo scorso anno.

Non sapevamo cosa ci aspettasse, uscirà tutta la lista? Gli altri candidati avranno fatto meglio di noi? Dubbi continui fino a quando il 29/10 vengono svolte le votazioni e questa volta non fila tutto liscio poichè alcune classi non erano state considerate.

L’ansia prosegue ma il 04/11 finalmente arriva la comunicazione ufficiale: “RISULTATI CONSIGLIO DI ISTITUTO 2021/22”:

PANUNZIO GIADA PIA, LISTA 1, 127 VOTI

LEPORE MIRKO DANTE, LISTA 2, 69 VOTI

DI MARZIO VINCENZO, LISTA 1, 68 VOTI

ORILLO ANGELICA, LISTA 1, 64 VOTI

Ed è da qui che abbiamo cominciato a mettere in pratica alcuni dei nostri punti. C’è stata l’unione delle due liste e siamo contenti di questo perché faremo tesoro dei consigli di chi ha già esperienza sul campo.

Oggi, dopo cinque anni, mi sento di dire a tutti voi ragazzi che state leggendo di non considerare mai la scuola banale perché ha tanto da offrirvi, vi porta a conoscere voi stessi, a scoprire chi volete essere nel vostro futuro, se un programmatore o un giornalista.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.